fbpx

Galvanone Moto gestisce le vendite da privato a privato di moto usate tramite il portale Centro Moto Ticino.

 

Entra nel portale e inserisci nel campo agenzia “Somma Lombardo”.

VENDI LA TUA MOTO

La guida definitiva per vendere la tua moto in 5 passaggi

Quando arriva il momento di vendere la moto si viene travolti da un’ondata di pensieri e di emozioni che possono portare a gravi errori.

  • A che prezzo posso vendere la mia moto?
  • Quanto tempo impiegherò per vendere la moto?
  • Dovrei fare qualche lavoretto di manutenzione prima di mettere in vendita la moto?
  • Sarò capace di affrontare una trattativa economica con un commerciante professionista?
  • Quali documenti e quali spese dovrò sostenere per vendere la mia moto?
  • Se metto il mio annuncio online, con chi avrò a che fare?
  • Posso fidarmi del compratore? 

E’ comune pensare che sia più difficile fare un buon acquisto, ma anche la vendita può essere una questione molto delicata, più di quanto si possa immaginare.

Un abile commerciante potrebbe facilmente utilizzare uno dei molti trucchi psicologici per trattare sul prezzo facendoci perdere centinaia o migliaia di euro.

E se ci trovassimo di fronte a un privato capace di gestire abilmente la trattativa, potremmo comunque rimetterci parecchi soldi.

Per non parlare del tempo perso, tra semplici curiosi e compratori indecisi. Se hai mai venduto qualcosa da solo, sai di cosa parlo!

Internet è un ottimo canale per promuovere la tua moto in vendita, ma se non sei un esperto di trattative commerciali, vendere una moto online da soli può rivelarsi un’esperienza davvero disastrosa!

Cosa posso fare allora?

Noi possiamo gestire tutta la vendita per te,

dalla preparazione della moto, alla pubblicazione delle foto;

dalle pratiche burocratiche alla trattativa economica.

Se però vuoi affrontare quest’esperienza da solo,

eccoti una guida in 5 utili consigli per provare a uscirne senza ossa rotte!

1. La preparazione

Se hai deciso che è giunto il momento di vendere la tua vecchia moto, internet ti offre una grandissima scelta di vetrine.

Puoi pubblicare gratuitamente un’inserzione su molti siti diversi, ma presta molta attenzione a cosa scrivi, perché ogni parola può valere centinaia di euro.

Per scrivere un annuncio efficace prenditi tutto il tempo necessario per scrivere una presentazione che ti distingua da tutti gli altri inserzionisti.

Nella lotta del prezzo che ti farà competere con centinaia di altre moto simili alla tua, una descrizione accurata, interessante e coinvolgente potrà fare la differenza.

Ora, con molta pazienza, pulisci a fondo la tua moto per la vendita, perché il potenziale acquirente vorrà veder brillare ogni dettaglio per scegliere di chiamarti.

Una moto sporca o trascurata si vende in molto più tempo e per molti meno soldi. 

Pulisci accuratamente anche tutte le eventuali parti originali che hai sostituito con pezzi aftermarket.

Una moto fortemente personalizzata può essere un valore per te, ma potrebbe non corrispondere ai gusti dell’acquirente.

Se hai avuto l’accortezza di conservare gli elementi originali come scarico, specchietti, carene, selle e altre parti sostituibili, occupati anche di loro.

Quasi certamente la presenza o meno di elementi originali entreranno a far parte della trattativa e il potenziale compratore vorrà vederle da subito

Possibilmente in condizioni impeccabili.

Quando la vostra moto sarà pulita e lucidata, allora potrai occuparti delle foto.

PULISCI BENE LA TUA MOTO

PULISCI BENE LA TUA MOTO

2. Il servizio fotografico 

E’ fondamentale che il tuo annuncio sia accompagnato da foto di alto livello! 

Online l’attenzione delle persone è davvero minima e con una prima occhiata di pochi secondi si decide se proseguire o passare oltre.

Ecco perché il tuo annuncio dovrebbe davvero essere unico e di qualità professionale per riuscire a spiccare tra gli altri.

Questo non significa che devi essere un fotografo professionista, ma dovrai seguire alcuni accorgimenti particolari.

Oggi molti smartphone possono fare delle foto di buona qualità, ma ricordate che dovrete cercare comunque di scegliere il luogo e la luce migliore.

Una buona foto può valere moltissimo, a partire dalla possibilità di essere chiamati o meno, fino alla possibilità di sostenere il prezzo che vorrete realizzare.

Fotografate la moto nel suo insieme da ogni possibile angolatura cercando di evidenziare tutti i dettagli, comprese le imperfezioni e le personalizzazioni.

Mettetevi nella testa del vostro potenziale acquirente: 

Manca una foto della fiancata destra? Ci sarà uno sfriso, magari per una caduta!

Manca la foto degli pneumatici? Avrà le gomme lisce e da cambiare!

Manca la foto del contachilometri? Forse i chilometri dichiarati non sono proprio quelli veri!

Migliori saranno le foto e più trasparente sarà il vostro messaggio, più sarà possibile concludere una buona vendita.

Assicurati di scattare le foto in un ambiente luminoso, possibilmente con la luce naturale e all’aperto.

Scegli bene lo sfondo, che valorizzi al meglio la tua moto. 

I colori neutri solitamente sono una buona scelta, ma potresti valutare altre scelte in base ai colori caratterizzanti della tua moto.

Fai in modo che nella foto non entrino altri elementi di disturbo, quindi sposta tutto ciò che potrebbe distrarre dal soggetto principale o cambia l’ambientazione.

Cerca di fotografare la moto da tutte le angolazioni, ma presta molta attenzione alla targa.

Sarebbe sempre meglio non mostrare la targa su internet, per evitare di diffondere a sconosciuti informazioni su di te o sulla tua moto.

Un semplice programma di fotoritocco ti sarà di aiuto quando dovrai nascondere la targa. 

Oppure puoi comunque utilizzare un semplice foglio bianco da applicare sulla targa con del nastro adesivo.

Se non sai quante foto scattare, considera come minimo queste:

frontale, posteriore, fianco destro, fianco sinistro, gomma posteriore, gomma anteriore, quadro strumenti (acceso). 

Alcuni siti permettono di inserirne di più, altri limitano la possibilità a 5 foto.

Un acquirente interessato potrebbe chiederti ulteriori foto con dettagli specifici, assicurati di averle e di essere rapido nel fornirle.

PULISCI BENE LA TUA MOTO

FAI DELLE FOTO BUONE ED EFFICACI

3. Scrivere l’annuncio

Esistono numerosi siti web dove è possibile pubblicare il tuo annuncio, ma occupiamoci prima di come scriverlo.

Solitamente troverai alcune sezioni da compilare per inserire il tuo annuncio, ti consiglio di compilarle tutte con attenzione.

Gli elementi da inserire quindi saranno:
  • Marca
  • Modello
  • Allestimento 
  • Cilindrata
  • Anno di immatricolazione
  • Km percorsi (sii preciso e presta attenzione alla corrispondenza tra quanto indicato e quanto evidenziato dalla foto)
  • Normativa antinquinamento
  • Presenza ABS
  • Colore
  • Scadenza bollo
  • Scadenza revisione
  • Numero di precedenti proprietari
E ora saliamo con la complessità…
  • Tagliandi certificati (se hai tutti i timbri delle officine autorizzate nel libretto di uso e manutenzione, indicalo sempre)
  • Stato delle gomme: di solito viene indicato in percentuale (es.: anteriore 90%, posteriore 80%). E’ una valutazione che dovrai fare in base alla tua personale percezione, l’importante è cercare di essere molto obiettivi, perché chiunque potrà verificare quanto affermi in base alle foto.
  • Condizioni e manutenzione: indica se vi è la necessità di effettuare qualche lavoro di manutenzione prima dell’utilizzo della moto, e segnala anche tutti i lavori effettuati in precedenza realmente documentabili con fatture e scontrini
  • Accessori: è importante valorizzare eventuali accessori che hai installato sostituendo o integrando le parti originali. 

Ricorda comunque che i tuoi gusti potrebbero non corrispondere a quelli del potenziale compratore. 

Ad esempio uno scarico da oltre 1000 Euro potrebbe non interessare al tuo compratore e potresti non recuperare la cifra spesa per quell’accessorio. 

Potresti invece rimontare lo scarico originale e vendere separatamente quello acquistato successivamente. 

A questo proposito è importante segnalare che tutti gli accessori montati dovrebbero essere omologati per l’uso stradale. 
Breve annotazione: il tuo potenziale acquirente cercherà tutti i possibili elementi per abbassare il prezzo a cui vorresti vendere la tuo moto.

Cerca di offrire meno appigli possibile e potrai rendere la vendita della tua moto un’esperienza meno frustrante.

PULISCI BENE LA TUA MOTO

LA TUA MOTO È MOLTO PERSONALIZZATA?

  • Inserimento delle foto: ne abbiamo parlato, carica le foto migliori e comunque tutte quelle necessarie per valorizzare il tuo annuncio. 

Scegli come foto principale, cioè come foto iniziale, quella migliore che hai e che mostri la tua moto in modo integrale. Solitamente le foto laterali rendono meglio.

  • Contatti: inserisci il tuo indirizzo e-mail (che dovrai controllare più volte al giorno per rispondere prontamente!) e, se vuoi, anche il numero di telefono. Può essere una scocciatura, ma rendersi disponibili sul cellulare, magari anche su Whatsapp aumenterà la possibilità di essere contattato
Sempre più difficile…
  • Prezzo: ovviamente è quello uno degli elementi più importanti per chi vende e per chi acquista, quindi è certamente un’informazione importantissima. 
Dovrai fare una piccola ricerca di mercato per capire qual è il prezzo consigliabile di vendita.

Un prezzo troppo alto naturalmente ridurrà la possibilità di essere contattato, ma anche un prezzo troppo basso potrebbe non essere una scelta valida.

Il consiglio è quello di controllare le quotazioni delle moto effettivamente messe in vendita comparabili per modello, età, usura e condizioni generali.

Mantieni un margine di trattativa che ti permetta di concludere la vendita, quindi considera una flessibilità tra il 5% e il 10% del prezzo.

E’ il momento di scrivere l’annuncio vero e proprio….

Testo dell’annuncio: qui devi dare il meglio di te, perché questa è la sezione più importante di tutta l’inserzione.

Ricapitoliamo: le fotografie catturano l’attenzione e incuriosiscono, i dati tecnici offrono tutte le argomentazioni razionali, il prezzo ci fa oscillare tra i si e il no.

Ma se stai cercando di vendere la tua, stai cercando qualcuno che condivida la tua stessa passione!

Quindi dovrai spingere sull’aspetto emotivo per far nascere il desiderio dell’acquisto.

Quando scrivi l’annuncio, pensa alle sensazioni, alle emozioni che hai vissuto e che quella specifica moto è in grado di trasmettere.

Nell’acquisto di una moto c’è sempre una parte emotiva e irrazionale che prende il sopravvento ed è quella parte che deve emergere nell’annuncio.

Il tuo annuncio si deve notare, si deve distinguere tra gli altri, deve raccontare una storia di emozioni e passione per la moto.

E dovrai farlo in modo sintetico, perché ricorda sempre che online l’attenzione delle persone dura pochi secondi!

SCRIVI UN ANNUNCIO COINVOLGENTE

Ma non dimenticarti dei piccoli difetti che la tua moto può avere: devono essere dichiarati con la massima onestà. 

E’ inutile e dannoso cercare di vendere come perfetta una moto piena di problemi. 

I nodi vengono al pettine in fretta, e perdere la fiducia di un potenziale compratore è questione di attimi.

Eventuali cadute, uso in pista o eventuali problemi ricorrenti o mai risolti devono essere dichiarati.

Se poi hai anche modo di aggiungere una motivazione personale per la vendita, meglio ancora. 

Comunque in sintesi tieni presente che se vuoi vendere la tua moto dovrai saper toccare i giusti tasti delle argomentazioni razionali e quelli delle emozioni profonde. Il tutto con buona capacità di sintesi!

Se il tuo annuncio sarà efficace lo capirai ben presto, perché cominceranno ad arrivarti telefonate, messaggi e email in continuazione. 

Rispondi sempre a tutti e in tempi rapidi, perché di solito un potenziale acquirente contatta molti inserzionisti e il primo che risponde ha maggiori possibilità di vendere al sua moto.

SI, MA DOVE PUBBLICO L’ANNUNCIO?

Eccoti alcuni portali dove potrai pubblicare il tuo annuncio che rappresentano i più utilizzati in Italia.

4. La trattativa 

Un potenziale acquirente ti ha contattato, sembra interessato, ti ha fatto qualche domanda sulla tua moto e vorrebbe vederla. 

E’ il momento di fissare il primo appuntamento.

Solitamente il potenziale acquirente verrà a casa tua per vedere la moto che hai in garage, o magari potrete darvi un appuntamento in un luogo dove sia possibile fare una breve prova su strada.

Chi compra vorrà essere rassicurato e dovrai ripetere fedelmente tutto ciò che era riportato sull’annuncio.

Inoltre dovrai avere con te tutta la documentazione della moto, comprese tutte le fatture dei lavori eseguiti negli anni.

Non lasciare nulla di non detto: tieni il motore acceso e fallo salire di giri, mostra il funzionamento di tutte le componenti meccaniche e elettriche come le frecce, le luci e lo stop.

Quando arriverà il momento della prova su strada ricorda di non correre rischi inutili.

Non mettere la moto su strada se sei senza assicurazione e non farla guidare da altri se l’assicurazione non lo prevede.

Meglio perdere la vendita che rischiare molto di più!

Se fin qui è andato tutto bene e il potenziale acquirente sembra effettivamente interessato, comincerà la trattativa sul prezzo.

Se avrai mantenuto un buon margine di trattativa, allora potrai venire incontro alle richieste del potenziale compratore.

In questa fase si gioca una vera contesa psicologica: cedere subito sul prezzo potrà portare il compratore a pensare che potrebbe ottenere uno sconto ulteriore.

Oppure, peggio potrebbe pensare che quella moto nasconde delle magagne per cui hai fretta di liberartene alla prima occasione.

Dall’altra parte, invece, rimanere troppo fermi sul prezzo potrebbe risultare controproducente di fronte a un compratore che ha fretta di concludere.

Una buona trattativa è quella in cui entrambe le parti alla fine sono un po’ soddisfatte ma anche un po’ deluse. 

Se e quando si trova l’accordo economico, allora potrebbe essere utile sottoscrivere un documento precontrattuale.

Si tratta di un impegno (utile ma non necessario) che vincola il venditore (cioè te) a vendere la moto alle condizioni pattuite e il compratore ad acquistarla al prezzo stabilito.

In questi casi si usa anche versare una cifra a titolo di acconto per “fermare” la moto.

Consiglio: il modo più sicuro per ricevere dei soldi da un privato è l’assegno circolare. 

5. Passaggio di proprietà e consegna della moto

Ci sei quasi, è arrivato il giorno del passaggio di proprietà. 

Quindi:

Ti incontri con l’acquirente

L’acquirente porta con sé l’assegno circolare,

Insieme andate presso la tua banca per verificarne l’autenticità (puoi anche chiedere una copia dell’assegno via fax o email, così da poter fare la verifica prima dell’incontro. In questo caso, controlla attentamente che i dati dell’assegno corrispondano con quelli che hai fatto controllare)

Presta grande attenzione ai molti truffatori che si aggirano su internet alla ricerca di venditori alle prime armi.

Non accettare bonifici o, peggio, pagamenti con postepay o altre carte ricaricabili perché quasi sempre si nasconde una truffa.

Evita i pagamenti in contanti, perché non solo non sono uno strumento tracciabile, ma anche perché sono molto amati da chi deve riciclare soldi illeciti.

Ipotizziamo comunque che tutto sia andato bene e che l’assegno circolare sia perfettamente valido e coperto.

ATTENZIONE ALLE TRUFFE!

Entrambi vi recate presso l’Agenzia di Pratiche Auto o il Punto ACI più comodo per effettuare il passaggio di proprietà.

Al momento del passaggio di proprietà, l’acquirente ti dovrà consegnare l’assegno circolare e tu gli consegnerai le chiavi della tua (ex tua) moto, insieme a tutti i documenti. 

Conserva con cura la ricevuta dell’atto di vendita che ti verrà consegnata! Quell’atto è l’unica prova del fatto che da quel giorno e a quell’ora non sei più tu il proprietario della moto!

A questo punto tu e l’acquirente dovrete tornare a casa tua per la consegna finale della moto.

L’acquirente andrà via con la moto, solitamente caricandola su un furgone o un carrello. Più raramente guidandola nel caso in cui l’assicurazione abbia attivato la polizza sulla base della data e dell’orario del passaggio di proprietà.

Hai venduto la tua moto!

Certo, ti è costato tempo e impegno, ma hai ottenuto il risultato.

Ti stai domandando cosa cambia se invece di fare tutto da solo,

ti affidi a noi?

G

Cambia tutto,

tranne il fatto che, alla fine, avrai venduto la tua moto alle migliori condizioni possibili.

Partiamo dal fatto che le difficoltà, i dubbi e le paure che puoi avere da venditore privato, sono forse anche maggiori se sei un compratore che acquista da un privato.

NON SAI COME FUNZIONA IL CONTO VENDITA?

PROVIAMO A RISPONDERE A QUALCHE TUA DOMANDA!

G

Posso ottenere più soldi se vendo la mia moto da solo?

Puoi provare a vendere la tua moto da solo e potresti anche riuscire ad affrontare la trattativa in modo efficace, distaccato e professionale.

Se tutto va bene, potresti anche riuscire ad ottenere un prezzo migliore rispetto a quello che otterresti alla fine affidandoti a un intermediario professionale.

Ma certamente perderesti più tempo, più energie e dovresti affrontare più fatica, rischi e incertezze.

Prendere appuntamenti con diversi potenziali acquirenti, alcuni dei quali si riveleranno curiosi perditempo se non commercianti spregiudicati o veri truffatori.

E poi, se la trattativa dovesse andare a buon fine e riuscissi anche a spuntare un prezzo vantaggioso, avresti comunque perso molto tempo.

Il tempo è denaro, dice un vecchio luogo comune, ma non solo. Il tempo è anche quello che puoi trascorrere con le persone che ami a fare ciò che ti piace. 

E se il tuo lavoro non è quello del commerciante di moto, forse è perché affrontare queste trattative non è tra le tue passioni.

Noi possiamo aiutarti e fare al posto tuo tutta la parte faticosa, complicata e rischiosa che altrimenti dovresti fare da solo.

Tieni comunque a mente che online puoi trovare moto come la tua in vendita a prezzi particolarmente elevati. Questo non significa però che alla fine la vendita si concluderà a quei prezzi, anzi!

Puntare a prezzi ampiamente fuori mercato solitamente porta a due risultati: il primo è quello di dover attendere molto più tempo per essere contattati da un potenziale acquirente.

Il secondo risultato è quello di rendere evidente la propria inesperienza agli occhi di commercianti senza scrupoli capaci di far calare il prezzo richiesto anche al di sotto del reale prezzi di mercato.

Io voglio acquistare un’altra moto presso un altro concessionario.

Non è forse meglio dare a lui in permuta la mia moto?

Come ben sai, la coperta è sempre troppo corta e nelle trattative commerciali lo è ancora di più.

E’ possibile che il concessionario dove intendi acquistare la tua prossima moto ti offra una valutazione generosa per il tuo usato, ma ovviamente lo sconto su quella che acquisterai non potrà essere altrettanto generoso.

Oppure potrai ottenere uno sconto vantaggioso sulla nuova moto, ma a fronte di una valutazione minima del tuo usato.

La coperta è sempre troppo corta!

Che differenza c’è rispetto al conto vendita? 

La prima differenza è che puoi gestire le trattative con due interlocutori diversi e ti assicuro che non è una differenza da poco!

Significa che da un lato puoi cercare di ottenere il massimo dalla vendita della tua moto usata con un acquirente. 

E dall’altro lato puoi ottenere il massimo sconto sull’acquisto della moto nuova avendo in tasca i soldi contanti della tua vendita.

Inoltre, a conti fatti, il conto vendita è meno oneroso per chi lo gestisce, perché ovviamente non dobbiamo acquistare in anticipo noi la tua moto, quindi alla fine il valore puoi ottenere dalla vendita è più alto!

Posso portare da voi in conto vendita qualsiasi moto?

Generalmente prendiamo in conto vendita le moto che hanno un effettivo interesse sul mercato e mantengono un buon valore nell’usato.

In linea generale la tua moto troverà mercato se:

  • è in ordine e in buone condizioni, sia a livello visivo che tecnico
  • ha un’età compresa fra 1 e 12 anni
  • è un modello corrente
  • ha un chilometraggio limitato
  • ha la verniciatura originale
  • non ha o non ha avuto in passato danni importanti
  • non è stata usata in modo attivo sul circuito

Inoltre alcune moto di particolare interesse storico, collezionistico e ricercate da un pubblico di amatori possono trovare un ottimo mercato nel nostro centro.

Siamo da decenni il punto di riferimento per le Moto Guzzi di qualunque età e abbiamo quindi una solida clientela interessata a questo marchio italiano.

Posso portare da voi la mia moto anche se è danneggiata?

Sì, se la tua moto ha dei piccoli danni. 

Naturalmente ti consigliamo di informarci di in merito a qualsiasi danno o problema dovesse avere la tua moto.

La nostra officina è altamente competente e può risolvere la maggior parte dei problemi che potrebbero limitare la possibilità di concludere la vendita o ridurre fortemente il presso di vendita.

Cercare di vendere una moto con gravi problemi non è mai una buona idea, perché i costi di ripristino potrebbero essere ampiamente recuperati vendendo una moto in perfetta efficienza.

A QUESTO PUNTO NON TI RIMANE CHE SCRIVERCI 

PER ALTRI CHIARIMENTI O PER PROPORCI LA TUA MOTO

OPPURE COMPILA IL MODULO QUI SOTTO

 

G

4 + 10 =

GALVANONE MOTO sas | Via Mazzini 83, 21019 Somma Lombardo (VA) | Tel. 0331256167 Tel. 349 1962584 | galvanone@libero.it

 

css.php